Ufficio Relazioni con il Pubblico

Scegli tra tre diversi tipi di impostazione

Dimensione e tipo di caratteri
Caratteri standard.
Caratteri grandi.
Alta Visibilità.

Consiglio comunale dei ragazzi

Consiglio comunale dei ragazzi

Istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi è stato istituito con atto di Consiglio Comunale n. 75 in data 29 settembre 1999, con il quale è stato anche approvato il Regolamento per il suo funzionamento.

Il regolamento è stato poi modificato, su proposta del Consiglio dei Ragazzi stesso, con atti di Consiglio Comunale n. 41 del 10 maggio 2000 e n.25 del 24 maggio 2002, rispettivamente alla parte riguardante il numero delle preferenze che è possibile esprimere durante le elezioni (5 originariamente, ora 2) ed ai criteri per la scelta dei componenti della Giunta.

Il consiglio Comunale ed il Consiglio Comunale dei ragazzi

Due Organi a confronto

IL CONSIGLIO COMUNALE:
CHE COS’E’?
IL CONSIGLIO COMUNALE DEI
RAGAZZI: CHE COS’È?
Il Consiglio Comunale è organo collegiale (cioè collettivo, formato da più persone) del comune, di indirizzo e controllo; è anche definito organo “politico”, insieme al Sindaco e alla Giunta Comunale, per distinguerlo dagli organi “burocratici” (cioè dai funzionari comunali).
Viene eletto dai cittadini/elettori (cioè dagli iscritti nelle liste elettorali del comune in quanto maggiorenni), contestualmente all’elezione del Sindaco.
Dura in carica 5 anni e vi rimane fino all’elezione del nuovo Consiglio, limitandosi, dopo la pubblicazione del decreto di indizione dei comizi elettorali, ad adottare gli atti urgenti ed improrogabili.
E’ un organismo collegiale istituito dalla Scuola e dell’Amministrazione Comunale per favorire la formazione civica dei ragazzi e delle ragazze delle medie e la loro crescita sociale: una specie di “palestra” dove abituarsi al confronto e alla discussione sui problemi propri e su quelli della propria Città.

Viene eletto da tutti gli studenti della Scuola Media di Matelica, contestualmente all’elezione del Sindaco, e dura in carica un anno scolastico.
   
COM’E’ COMPOSTO? COM’È COMPOSTO E COME VIENE ELETTO?
La composizione del Consiglio Comunale può variare da comune a comune, in quanto legata al numero degli abitanti . La legge (trattasi dell’art. 1 della legge 25.3.93, n.81), cioè, ha stabilito il criterio che più è alta la popolazione del comune, più aumenta il numero dei suoi consiglieri: si va da un minimo di 12 membri più il Sindaco, nei comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti, fino ad un massimo di 60 membri più il Sindaco, nei comuni con popolazione superiore ad un milione di abitanti.

Il Consiglio Comunale di Matelica è composto da 21 membri, compreso il Sindaco, rientrando nella fascia dei comuni con popolazione compresa tra 10.001 e 30.000 abitanti.
Il Consiglio Comunale dei Ragazzi della Città di Matelica è composto da 20 componenti più il Sindaco.
Possono essere eletti consiglieri tutti gli studenti della Scuola Media. Viene proclamato Sindaco lo studente che ha ottenuto il maggior numero di voti e, a parità di voti, il più anziano di età.
Allo svolgimento delle elezioni sovrintende una Commissione composta da:
a) Preside, o suo delegato
b) Sindaco, o suo delegato
c) Funzionario del Comune, designato dal Sindaco
Le elezioni si svolgono nei seguenti tempi e modalità:
- 15 OTTOBRE
Entro tale data vengono presentate le candidature presso la Presidenza. Tutti possono liberamente presentare la propria candidatura utilizzando appositi moduli messi all’uopo a disposizione.
- 20 OTTOBRE
Entro tale data il Preside forma la lista dei candidati, sorteggiando i nominativi dalle candidature pervenute. Il numero dei candidati non deve essere inferiore a 40.
- CAMPAGNA ELETTORALE
Dal giorno successivo la pubblicazione della lista dei candidati inizia la campagna elettorale. Gli studenti e il corpo insegnante concorderanno le modalità più opportune: dibattiti in classe, assemblee ecc.
- ELEZIONI
Le elezioni si svolgono il 2^ Venerdì di Novembre (ore 9-12). Il seggio elettorale è costituito nel plesso scolastico e si compone di 4 ragazzi e un presidente con l’assistenza di un adulto. Verrà consegnata una scheda con la lista dei candidati e potranno essere indicate fino ad un massimo di 2 preferenze.
- SCRUTINIO DEI VOTI
Le operazioni di scrutinio iniziano subito dopo la chiusura dei seggi. E’ proclamato Sindaco il candidato che ha ottenuto il maggior numero di voti e sono eletti Consiglieri i primi 20 candidati successivi al primo proclamato Sindaco.
- RISULTATI DELLE ELEZIONI
Il lunedì successivo i risultati dello scrutinio sono consegnati dal Preside al Sindaco del Comune di Matelica, il quale, durante la prima seduta utile del Consiglio Comunale, proclama ufficialmente la costituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi e consegna al neo Sindaco la fascia tricolore. Il neo Sindaco, a sua volta, presta formale promessa nelle mani del Sindaco del Comune.
La prima riunione del Consiglio dei Ragazzi si svolgerà entro il mese di Dicembre, su convocazione del Sindaco di Matelica.
   
CHE COSA FA? CHE COSA FA?
Il Consiglio Comunale è un organo di indirizzo, controllo e programmazione, le cui attribuzioni e competenze sono previste fondamentalmente nell’art. 42 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali).
Espleta le predette funzioni attraverso l’adozione dello Statuto, magna carta del Comune, dei Regolamenti e delle deliberazioni.
Al Consiglio Comunale compete l’attività di programmazione nelle seguenti materie (che sono quelle di fondamentale importanza per la vita della comunità amministrata):

FINANZA, TRIBUTI E PATRIMONIO
L’attività si realizza attraverso l’adozione del bilancio, l’istituzione e l’ordinamento dei tributi , la disciplina delle tariffe per la fruizione dei servizi, gli acquisti e le alienazioni immobiliari.

URBANISTICA
L’attività si realizza attraverso l’adozione dei piani territoriali e urbanistici, i piani particolareggiati e i piani di recupero.

OPERE PUBBLICHE
L’attività si realizza attraverso l’adozione del programma dei lavori pubblici, nel quale vengono individuate le opere pubbliche da effettuare.

PERSONALE
L’attività si realizza attraverso l’adozione del programma triennale delle assunzioni e l’adozione dei criteri generali per l’organizzazione degli uffici e dei servizi.

COOPERAZIONE CON ALTRI ENTI LOCALI
L’attività si realizza, ad esempio, attraverso la costituzione di consorzi per la gestione associata di uno o più servizi (es. il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani).

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha funzioni propositive e consultive da esplicare, tramite pareri o richieste di informazioni nei confronti degli organi comunali, su temi e problemi che riguardano la complessiva attività amministrativa di Matelica, nonché le varie esigenze ed istanze che provengono dal mondo giovanile o dai cittadini in genere.

Relativamente a tematiche di conclamato interesse sociale, quali ad esempio: tempo libero, solidarietà, informazione, ambiente e verde, tale organismo può adottare proposte di spesa, nei limiti del budget in denaro, a ciò appositamente finalizzato.

Alle proposte in questione viene data esecuzione mediante determinazioni conseguentemente adottate dai competenti organismi comunali.
COME FUNZIONA? COME FUNZIONA?
Il funzionamento del Consiglio Comunale è disciplinato da uno specifico regolamento.
Il Consiglio Comunale si riunisce in una apposita sala, denominata Sala Consiliare, sita all’interno del Palazzo Municipale, su convocazione del Sindaco (o del Presidente, se nominato) effettuata con avvisi scritti consegnati dal messo comunale.
Sono previste i seguenti tipi di riunioni (chiamate anche sessioni):
a) ORDINARIE
b) STRAORDINARIE
c) URGENTI
Le riunioni ordinarie si effettuano obbligatoriamente due volte l’anno, per l’approvazione del bilancio e del conto consuntivo. Le riunioni straordinarie si effettuano in tutti gli altri casi, mentre quelle urgenti quando è necessario deliberare su argomenti ritenuti indifferibili.
La predetta distinzione ha importanza in quanto per ogni tipo di riunione sono previsti tempi diversi per la consegna degli avvisi, non rispettandosi i quali può essere invalidata la riunione stessa: 5 giorni prima della riunione per le sessioni ordinarie, tre giorni per quelle straordinarie e 24 ore per le urgenti.
Le sedute consiliari sono normalmente pubbliche (cioè tutti possono partecipare per ascoltare la discussione, senza ovviamente poter intervenire); in casi eccezionali viene effettuata la seduta segreta (quando, ad esempio, la discussione può compromettere la riservatezza di persone singole o dei gruppi).
L’avviso di convocazione del Sindaco deve contenere l’elencazione degli argomenti da trattare durante la seduta, chiamata anche “ordine del giorno”.
Gli argomenti da sottoporre all’esame del Consiglio sono contenuti in proposte di deliberazioni, predisposte dagli uffici comunali secondo le proprie competenze e firmate dai rispettivi responsabili.
Durante la seduta il Segretario Comunale verbalizza la discussione e la votazione sulle varie proposte.
Ogni proposta approvata diviene una atto amministrativo efficace verso l’esterno denominato “delibera”, al quale viene assegnato un numero progressivo. Ad ogni delibera viene data effettiva esecuzione da parte degli uffici comunali.
Tutte le delibere sono conservate in originale presso un apposito ufficio comunale ed ogni cittadino, sulla base del vigente regolamento sull’accesso, può ottenerne copia, formulando apposita richiesta.
Il Consiglio Comunale dei Ragazzi si riunisce almeno 2 volte durante l’anno scolastico, che coincide con la sua durata, su convocazione del proprio Sindaco. La sede delle riunioni è la stessa del Consiglio Comunale della Città di Matelica: la Sala Consiliare sita all’interno del Palazzo Municipale. E’ prevista una riunione in seduta comune (cioè insieme) con il Consiglio cittadino. Le decisioni adottate, sotto forma di proposte o pareri, sono verbalizzate da un funzionario comunale che assiste alle sedute, e sottoposte all’Amministrazione Comunale la quale formulerà risposte scritte circa il problema o l’istanza espressi e illustrerà le modalità che si intendono seguire per le eventuali soluzioni.
Tutte le sedute sono pubbliche.



Link