Ufficio Relazioni con il Pubblico

Scegli tra tre diversi tipi di impostazione

Dimensione e tipo di caratteri
Caratteri standard.
Caratteri grandi.
Alta Visibilità.

Organi istituzionali

News dell'Ufficio Ufficio del Cittadino - URP

Ordinanza n. 65 del 06.10.2020 MISURE DI CONTENIMENTO EMERGENZA "CORONAVIRUS" - MISURAZIONE TEMPERATURA CORPOREA ED APPUNTAMENTI PER ACCESSO DEL PUBBLICO AGLI UFFICI COMUNALI.


IL SINDACO


RICHIAMATI:

l’art. 54, comma 4, del TUEL, in forza del quale il Sindaco, quale Ufficiale del Governo, adotta, con atto motivato provvedimenti contingibili ed urgenti nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento, al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana;

il D.L. 16 maggio 2020, n. 33 recante “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid – 19”, pubblicato sulla GURI Serie Generale n. 125 del 16 maggio 2020 che ridisciplina organicamente il contenimento dell’emergenza epidemiologica, dal 18 maggio al 31 luglio 2020 (decreto Legge convertito con modificazioni dalla legge n. 74 del 14/07/2020);

il DPCM in data 17 maggio 2020 di sviluppo delle misure legislative;

il Decreto Legge 30 luglio 2020 n. 83 “Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID – 19 deliberata il 31 gennaio 2020” che proroga lo stato di emergenza al 15.10.20220 salvo proroghe;
l’ordinanza n. 36 del 3 ottobre 2020 del Presidente della Giunta regionale


CONSIDERATO CHE:

ai sensi dell’art. 1, comma 1, lettera a) del DPCM 17 maggio 2020, i soggetti con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5° C) devono rimanere presso il proprio domicilio;
l’attuale situazione di emergenza igienico – sanitaria, come dichiarata da ultimo con deliberazione del Consiglio dei Ministri fino a tutto il 15 ottobre 2020, impone di mantenere ogni dovuta precauzione finalizzata a garantire in modo generalizzato la possibile
diffusione della epidemia da COVID – 19 specie nei luoghi pubblici e comunque aperti al pubblico;
-la situazione epidemiologica a Matelica in questi ultimi giorni è aggravata dall’aumento del numero dei contagi registrati;
VISTO:
- il perdurare della diffusività dell’epidemia;
- il protrarsi della situazione di emergenza sanitaria internazionale dichiarata dall’organizzazione mondiale della sanità;
-  l’ultimo dato ministeriale di valutazione del rischio, che definisce per la Regione Marche un valore di stima Rt pari a 0,99 per la settimana 21.0.2020-27.09.2020

RITENUTO pertanto, per le motivazioni esposte ed a tutela dei lavoratori, quali misure di prevenzione che assicurano adeguati livelli di sicurezza, rendere obbligatoria la rilevazione della temperatura corporea per l’accesso del pubblico agli uffici comunali e prevedere che l’accesso ai vari uffici avvenga solo ed esclusivamente previo appuntamento telefonico;

ORDINA

dalla data di adozione della presente ordinanza sino alla fine dello stato di emergenza cosi come disposto da provvedimenti governativi, l’accesso del pubblico agli uffici comunali è preceduto dalla rilevazione della temperatura corporea a mezzo Termo Scanner, nel rispetto della vigente normativa per la protezione dei dati personali (prendendo a riferimento i protocolli nazionali in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro).

Coloro che risultino con febbre superiore a 37,5° C saranno invitati ad allontanarsi e a contattare il proprio medico curante.
In caso di rifiuto a sottoporsi al controllo della temperatura corporea, la persona non sia fatta accedere agli uffici.
L’accesso al pubblico negli uffici comunali è riservato solo a coloro che hanno un appuntamento previa compilazione dell’autodichiarazione prevista per il tracciamento dei contagi.

All’ingresso della sede del Comune verrà affisso il seguente avviso: AVVISO PER L’EMERGENZA SANITARIA DA COVID-19 CHI ACCEDE AGLI UFFICI DEL COMUNE DI MATELICA SARA’ SOTTOPOSTO A MISURAZIONE A DISTANZA DELLA TEMPERATURA CORPOREA.

Il Segretario Comunale ed i Responsabili dei settori sono incaricati dell’esecuzione del presente provvedimento.

La violazione della presente ordinanza implica la applicazione dell’art. 650 del codice penale
Avverso la presente Ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale dinanzi al TAR MARCHE entro 60 giorni, ovvero Ricorso Straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni, decorrenti dalla sua applicazione all’Albo Pretorio comunale.

Si dispone la trasmissione alla Prefettura di Macerata, al Segretario Comunale ed ai Responsabili dei Settori.


Matelica, lì 06.10.2020




IL SINDACO
F.to Dott. Massimo Baldini

« torna indietro



Link