Ufficio Relazioni con il Pubblico

Scegli tra tre diversi tipi di impostazione

Dimensione e tipo di caratteri
Caratteri standard.
Caratteri grandi.
Alta Visibilità.

Comune Antitransgenico

Il Comune di Matelica, con una delibera di Giunta, ha espresso una volontà contraria all’utilizzo di cibi e all’impianto di colture che derivano dalla ingegneria genetica.

Non è certamente in dubbio l’utilizzo di queste tecnologie in applicazioni che riguardano la medicina, ma molte perplessità sono sorte sull’utilizzo dei cibi transgenici (Prodotti geneticamente modificati - OGM).

Certamente questi alimenti, oltre che pericolosi per l’ambiente sono probabilmente tossici per l’uomo, e fonte di nuove allergie.

Non esistendo fino ad oggi una concreta valutazione dei rischi per l’ambiente e la salute, tanto che nessuna compagnia di assicurazione al mondo assicura eventuali danni derivanti dall’utilizzo di OGM, questa Amministrazione, in linea con le sue impostazioni sulla tutela della salute e della salvaguardia dell’ambiente, ha deciso di pubblicizzare l’elenco delle aziende alimentari e delle catene distributive che si sono impegnate a non commercializzare in Italia prodotti derivati da OGM.

Tra l’altro l’Unione Europea, prevede da fine marzo 2000 l’obbligo di porre sulle etichette l’indicazione della presenza di organismi geneticamente modificati quando la loro percentuale superi l’1% per ogni singolo ingrediente preso in considerazione. Questo perché tecnicamente è impossibile individuare percentuali ancora più basse.

Ben 131 paesi del mondo hanno siglato il “Protocollo per la biosicurezza” nel quale si è convenuto che le sementi imballate prevedano la dicitura “Potrebbe contenere OGM”.
Questa tabella potrebbe essere utile per le vostre scelte, confidando nel fatto che darete sicuramente la preferenza all’utilizzo di prodotti tradizionali e del territorio.
Si precisa che i produttori locali e regionali di alimenti di qualità non fanno parte di questa lista di aziende di importanza nazionale.

Elenco delle Aziende alimentari e delle catene distributive che si sono impegnate a non commercializzare in Italia prodotti derivati da Organismi Geneticamente Modificati.

Prodotti Alimentari

  • Bevande:
    Biosanafrutta, Enervit, Estatè,Fattoria Scaldasole, I frutti G
  • Birra:
    Agroalimentare sud, Carlsberg, Castello di Udine, Heineken, Menabrea, Peroni, Birra Forst.
    Biscotti e merendine:
    Buitoni, Galbusera, Kellog’s,Kinder, Lazzaroni, Loacker, Mulino Bianco, Nestlè, Nuova forneria, Pandea, Valsoia
  • Caffè:
    Hag, Splendid
  • Condimenti:
    Barilla, Buitoni, Cirio, De Rica, Hellmann’s, Knorr, Kraft, Sasso
  • Contorni:
    Cirio, De Rica, Pfanni
  • Dolci:
    Cote d’Or, Danone, Fattoria Scaldasole, Milka, Motta, Nestlè, Ferrero, Perugina, Santa Rosa
  • Formaggi:
    Fattoria Scaldasole, Grana Padano, Invernizzi, Kraft, Osella
  • Gelati:
    Algida,Gelateria Ghisolfi, Sorbetteria Ranieri, Valsoia
  • Olio e aceto:
    Cirio, Cuore, monini, Sasso, Topazio, Valsoia
  • Pasta:
    Barilla, Buitoni, Cirio, Fini, Paf
  • Pesce:
    Carlos Primero, Rio Mare
  • Salumi-carni:
    Aia, Casa Modena, Citterio, Fini, G.
  • Alimentazione per l’infanzia:
    Dieterba, Gerber, Nipiol, Plasmon
  • Catene distributive:
    Coop, Esselunga, Il Gigante

L’Amministrazione Comunale


Link