Ufficio Relazioni con il Pubblico

Scegli tra tre diversi tipi di impostazione

Dimensione e tipo di caratteri
Caratteri standard.
Caratteri grandi.
Alta Visibilità.

Bandiera Verde AgricolturaComune anti-transgenico Città del Miele Città del Vino
Gemellato con Las Rosas Associazione Italiana Paesi Dipinti

Primo Piano

14/08/2014
AVVISO RICOGNIZIONE RIPRISTINO PATRIMONIO EDILIZIO PRIVATO MALTEMPO 2-4 MAGGIO 2014
Scadenza presentazione schede 6.09.2014
14/08/2014
AVVISO RICOGNIZIONE DANNI BENI MOBILI PRIVATI MALTEMPO DEL 2-4 MAGGIO 2014
Scadenza presentazione scheda 6.09.2014
 Foto 13/08/2014
BANDO PER L'ASSEGNAZIONE IN COMODATO D'USO GRATUITO DI BICICLETTE "DA PASSEGGIO" ED "A PEDALATA ASSISTITA" A FAVORE DEI CITTADINI IN PARTICOLARI CONDIZIONI
Scadenza 8 settembre 2014
13/08/2014
AVVISO RIVOLTO A TUTTI I PROPRIETARI FRONTISTI, AI CONDUTTORI DI TERRENI AGRICOLI ED A TERZISTI
 Foto 11/08/2014
TESSERINO REGIONALE DI CACCIA
Stagione venatoria 2014/2015
04/08/2014
NEVICATE ECCEZIONALI NEL MESE DI FEBBRAIO 2012 - EDIFICI PRIVATI DANNEGGIATI
AVVISO
02/08/2014
EVENTI ESTIVI RUVIDOTEATRO - DISTRETTO CULTURALE EVOLUTO AMAMI MATELICA CONFERENZA STAMPA – INCONTRO
LUNEDI’ 4 AGOSTO – ORE 18.00 SALA BOLDRINI - PALAZZO OTTONI MATELICA
 Foto 26/07/2014
Presso UFFICIO URP RACCOLTA FIRME per 4 REFERENDUM " stop all'austerita' "
scadenza 30 settembre 2014
 Foto 04/07/2014
"C'era una volta ....favole" in Biblioteca
Tutti i lunedì di luglio e agosto
 Foto 04/07/2014
"COLORA E GIOCA" in Biblioteca
Tutti i mercoledì di luglio e agosto
04/07/2014
COMUNICATO STAMPA DEL 27.06.2014
RIAPERTURA CHIESA DI SAN FRANCESCO

Eventi

17/07/2014
Assegno per il nucleo familiare con tre figli minori Assegno di Maternità

ASSEGNO DI MATERNITA'  ART. 66 L. 23.12.1998 n. 448 – L. 144/1999, art. 50 e art. 74 L. 26.03.2001 N. 151

Spetta alla  madri non occupate (nonché a quelle occupate purché non aventi diritto a trattamenti economici di maternità ovvero, per la quota differenziale, a trattamenti di importo inferiore a quello dell’assegno) purchè:


• cittadine italiane (dal 2 luglio 1999) circ. 179/1999 ;
• cittadine comunitarie (dal 1° luglio 2000) msg. 482/2000 ;
• cittadine extracomunitarie in possesso della carta di soggiorno * (dal 1° luglio 2000) msg. 482/2000.
• cittadine non comunitarie in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo * (circ.35/2010).
• cittadine non comunitarie in possesso della carta di soggiorno di familiare di cittadino dell'Unione o Italiano, della durata di cinque anni (circ.35/2010).
• cittadine non comunitarie in possesso della carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro (circ.35/2010)


La "carta di soggiorno" non deve essere confusa con il permesso di soggiorno; essa, infatti, viene rilasciata dal questore allo straniero regolarmente soggiornante nel territorio italiano da almeno 5 anni e titolare del permesso di soggiorno. Il D.Lgs 3/2007 ha sostituito la "carta di soggiorno" con il " permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo", pertanto le cittadine non comunitarie in possesso di tale permesso e in presenza degli altri requisiti previsti, hanno diritto all'assegno di maternità concesso dai Comuni ( circ.35/2010)


Spetta per ogni figlio nato e per minore adottato o dato in affidamento preadottivo.

 Viene erogato per 5 mensilita’


La domanda deve essere presentata e perfezionata al Comune di residenza entro 6 mesi dalla data del parto. (L'assegno di maternità può essere erogato alle madri extracomunitarie che, entro 6 mesi dalla nascita del bambino, presentano tutta la documentazione richiesta, compresa la carta di soggiorno msg. 7015 del 6.3.2006)


Nel caso di madre minorenne alla domanda al Comune e, in caso di accoglimento, alla riscossione dell’assegno è abilitato il padre maggiorenne che diventa il beneficiario della prestazione a condizione che:


• la madre risulti regolarmente soggiornante nel territorio dello Stato al momento del parto;


• il figlio:
o sia stato riconosciuto dal padre stesso;
o si trovi nella sua famiglia anagrafica;
o sia soggetto alla sua potestà.
Qualora anche il padre sia minorenne, o non risultino verificate le condizioni di cui sopra, la domanda può essere presentata in nome e per conto della madre dal genitore della stessa esercente la potestà o, in mancanza, da altro legale rappresentante.
L’assegno deve essere comunque intestato alla madre (Msg. n. 1183 del 23.12.2003).


IMPORTO MENSILE   € 338,21 

INDICATORE ISE (con 3 componenti) DAL 01.01.2014 € 35.256,84

 

 

               
ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE ART. 65 L. 23.12.1998 N. 448 – ART.13 DELLA LEGGE N. 97/2013  - (3 figli minori)

Tale prestazione è cumulabile con qualsiasi altro trattamento di famiglia e non costituisce reddito ai fini fiscali e previdenziali


Hanno diritto:


• I cittadini italiani o comunitari residenti nel territorio dello Stato o cittadini di paesi terzi soggiornanti di lungo periodo;
• i nuclei familiari composto almeno da un genitore e tre figli minori (appartenenti alla stessa famiglia anagrafica), che siano figli del richiedente medesimo o del coniuge o da essi ricevuti in affidamento preadottivo;
• nuclei familiari con risorse reddituali e patrimoniali non superiori a quelle previste dall’indicatore della situazione economica (I.S.E.) valido per l’assegno.
• Estensione del diritto all’Assegno per il nucleo familiare con almeno 3 figli minori concesso dal Comune ai cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo.


La domanda:


Deve essere presentata al Comune di residenza entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto l’Assegno al nucleo familiare (ANF).


Deve essere accompagnata da una dichiarazione sulla composizione e sulla situazione economica del nucleo familiare (I.S.E.).

L’INPS provvede al pagamento dell’assegno con cadenza semestrale posticipata (entro il 15 luglio e il 15 gennaio) per i dati ricevuti almeno 45 giorni prima della scadenza del semestre.
Il richiedente deve indicare sulla domanda la modalità di pagamento.

IMPORTO MENSILE  € 141,02

INDICATORE ISE PERIODO DI VALIDITA’  DAL 01.01.2014     € 25.384,91


Il diritto all’assegno cessa:


• Dal 1° di gennaio dell’anno in cui viene a mancare il requisito del reddito
oppure
• dal 1° giorno del mese successivo a quello in cui viene a mancare il requisito relativo alla composizione del nucleo.


Per la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica e dell'attestazione ISE il cittadino deve rivolgersi ad un Caaf – Centro Servizi – convenzionato. Il servizio è gratuito
Alle domande relative al 2014 deve essere allegata l'attestazione ISE del 2014.

 

Siti collegati

Città di Matelica Piazza Enrico Mattei, 1 - Telefono centralino 0737 781811 CF/PI 00033120437

Link